Il Circolo Nautico Cavo

Isola d'Elba nord est

Cavo oggi

Oggi Cavo è una frazione del Comune di Rio Marina.
È rimasto, sostanzialmente e fortunatamente ben conservato, un piccolo paese con una propria forte personalità, abitato da gente autentica ed ospitale. Praticamente chiuso e ripiegato su se stesso d’inverno – un vero ostello di serenità in cui il tempo pare fermarsi – ma aperto e luminoso d’estate.
Il paese conta circa trecento anime e offre tutto il necessario per la vacanza, alberghi e affittacamere, bar e ristoranti, negozi e minimarket, aree attrezzate per il gioco e l'animazione per bambini e possibilità di fare sport acquatici. Il lungomare di Cavo ha una lunga spiaggia sabbiosa e di ghiaia fine che arriva fino a Capo Castello, la spiaggia è sia libera che attrezzata e il fondale degrada lentamente rendendola adatta anche ai bambini. Da Capo Castello sul lato nord si trova la baia del Frugoso, il fondo è di ghiaia e sassetti, poi la costa diventa frastagliata e il panoramama si apre sulla macchia mediterranea che in questa zona è molto fitta e che si estende fino a Capo Vita.
Da Cavo si possono compiere gite in barca verse le numerose insenature e baie, andando a nord-ovest verso Capo Vita, Nisporto e Nisportino o andando a sud-est, verso Rio Marina e Porto Azzurro. Per chi ama le escursioni a piedi da Cavo si possono raggiungere i rilievi circostanti (Monte Grosso, Monte Giove) e percorrere i sentieri del settore orientale dell'isola.
Una facile passeggiata conduce al Mausoleo Tonietti, una costruzione in stile liberty progettata dall'architetto Gino Coppedè come tomba della famiglia omonima, ma mai utilizzata. I Tonietti furono i primi concessionari per lo sfruttamento delle miniere di ferro dopo l'unità d'Italia. Le miniere sono ormai dismesse ma nella zona tra Cavo e Rio Marina è possibile visitare il più grande Parco minerario europeo a cielo aperto.